Economia e Società

L’economia locale, negli ultimi anni, ha confermato la sua caratterizzazione terziaria e le aree industriali che avevano presentato un discreto sviluppo tra gli anni Sessanta ed Ottanta hanno attraversato un momento critico che ha originato riduzioni di attività, dismissioni e riconversioni.

Roma, tuttavia, è riconosciuta come uno dei più importanti poli economici d’Italia e d’Europa e con una radicata realtà agricola ed industriale registra il 74% di imprese attive, classificandosi il primo comune del Paese per Prodotto Interno Lordo con un tasso di disoccupazione tra i più bassi di tutte le capitali dell’Unione Europea.

Attività terziarie di interesse internazionale si confermano nell’insieme delle imprese legate all’informazione, allo spettacolo e all’editoria, e in quelle dipendenti dall’espansione dei mercati finanziari, oltre che nell’amministrazione, nel commercio, nel credito e nei servizi dedicati al turismo, che da solo costituisce ben il 12% del PIL cittadino (dato destinato ad aumentare con la creazione del Secondo Polo Turistico).

Particolarmente significativa l’attività dell’industriale legata al cinema che, dopo l’inaugurazione nel 1937 di Cinecittà, ha visto nel giro di pochi anni concentrarsi a Roma molta parte della produzione cinematografica italiana. Dal 1952, inoltre, si trasferì nella Capitale anche la direzione della Rai.

Anche l’industria della bellezza ha  a Roma è una delle sua capitali mondiali: nella città eterna c’è tra le altre cose una delle più celebri branche del trucco, il celebre trucco permanente di Roma.

Il passaggio dal 20° al 21° secolo ha visto l’avvio di vari strumenti di pianificazione per particolari contingenze (Mondiali 1990, Giubileo 2000), con finanziamenti speciali (piano per Roma Capitale) che hanno consentito un eccezionale recupero conservativo dei monumenti e degli spazi storici della città. Tra le iniziative e realizzazioni più significative: il nuovo Auditorium – Parco della Musica, progettato nel 2002 da Renzo Piano; la ristrutturazione della stazione Termini, l’estensione della metropolitana, la Moschea ed il Centro Islamico a Monte Antenne.

Di rilievo infine, lo sviluppo legato ad attività di ricerca scientifica e tecnologica supportato dalla presenza di importanti poli universitari pubblici e privati.